Dante, la visione dell'arte.

Nell’ambito delle celebrazioni nazionali dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per l’anno 2021, le Gallerie degli Uffizi e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì realizzeranno la grande mostra ‘Dante. La visione dell’arte’, che si terrà negli spazi dei Musei San Domenico di Forlì dal 12 marzo al 4 luglio 2021. Frutto di un sodalizio di lunga data tra la Fondazione romagnola e le Gallerie degli Uffizi, la mostra non è solo occasione per celebrare l’anniversario dantesco: nel momento difficile che tutto il mondo vive, intende essere anche un simbolo di riscatto e di rinascita non solo del nostro Paese, ma del mondo dell’arte e dello spirito di civiltà che essa rappresenta. Il progetto nasce da un’idea di Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, e di Gianfranco Brunelli, Direttore delle grandi mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. I curatori della mostra sono il Professor Antonio Paolucci e il Professor Fernando Mazzocca. La scelta di Forlì, come scenario dell’esposizione, è parte di una strategia complessiva di valorizzazione di un luogo e di un territorio che non costituisce solo un ponte naturale tra Toscana ed Emilia-Romagna. Forlì è città dantesca. A Forlì Dante trovò rifugio, lasciata Arezzo, nell’autunno del 1302, rimanendo per oltre un anno presso gli Ordelaffi, signori ghibellini della città...    ««  Read More  »»

 

 

Spoleto ArtFestival 2021

L'edizione del 2021 è in fase di preparazione.

 

Asta record per quadro di Cimabue, venduto a 24 milioni di euro.

Il dipinto era stato trovato appeso in cucina da una famiglia francese.

Asta record a Senlis, in Francia, per il capolavoro di Cimabue, trovato qualche mese fa fra i quadri appesi in cucina da una famiglia di Compiegne, a nord di Parigi. Il quadro è stato aggiudicato per 24 milioni di euro e secondo Dominique Le Coent della casa Acteon che ha gestito l'asta, si tratta di un primato mondiale per un quadro anteriore al 1500. Il dipinto è stato venduto a un compratore anonimo vicino Chantilly, sempre nel Nord della Francia. Il quadro, un dipinto ad uovo su fondo d'oro, è uno degli elementi di un dittico del 1280 in cui erano rappresentati su 8 pannelli delle scene della Passione. L'opera all'asta è il "Cristo deriso". Finora, degli 8 pannelli, sono noti la "Flagellazione di Cristo" (Frick Collection a New York) e "La Vergine e il Bambino con due angeli" (National Gallery, Londra).

Amedeo Modigliani ha fatto ancora una volta la storia – non dell'arte, in questo caso, ma del mercato dell'arte: il 14 maggio il suo 'Nu Couché (Sur Le Côté Gauche)' è stato battuto all'asta da Sotheby's per 157,2 milioni di dollari. Una cifra monstre che posiziona il dipinto fra i più cari mai piazzati, dopo che aveva già battuto il primato per la stima pre-vendita più alta di sempre (preventivata dai 150 milioni a salire).

UN NUDO UNICO

Carico di gioioso e liberatorio erotismo, 'Nu Couché (Sur Le Côté Gauche)' è uno dei ventidue nudi orizzontali dipinti dall'artista, considerati i suoi più riusciti e dirompenti, tanto da fissare un nuovo canone del nudo nell'arte moderna. Fa parte di una serie di quadri che realizzò nel 1917 su commissione del mercante d'arte Leopold Zborowski, che lo pagò quindici franchi al giorno. Nella sua produzione costituisce un unicum: è l'opera più grande che abbia mai creato (89,5 cm per 146,7 cm) e il solo nudo a contenere la figura femminile intera.

LE 10 OPERE DA RECORD

Con i suoi 157,2 milioni di dollari, 'Nu Couché (Sur Le Côté Gauche)' si piazza al quarto posto fra le opere più care vendute all'asta, curiosamente proprio dietro un altro nudo della serie. Ecco la lista delle prime dieci, guidata da un Leonardo battuto a una cifra inverosimile che molto difficilmente verrà superata in futuro. - 450,3 milioni di dollari: 'Salvator Mundi' di Leonardo da Vinci - 179,4 milioni di dollari: 'Les Femmes d'Alger (Version O)' di Pablo Picasso - 170,4 milioni di dollari: 'Nu Couché' di Modigliani - 157,2 milioni di dollari: 'Nu Couché (Sur Le Côté Gauche)' di Modigliani - 142,4 milioni di dollari: 'Three Studies of Lucian Freud' di Francis Bacon - 119,9 milioni di dollari: 'L'urlo' di Edvard Munch (la versione del 1895) - 115 milioni di dollari: 'La fanciulla con cesto di fiori' di Picasso - 110,5 milioni di dollari: opera senza titolo di Jean-Michel Basquiat - 106,5 milioni di dollari: 'Nudo, foglie verdi e busto' di Picasso - 105,4 milioni di dollari: 'Silver Car Crash (Double Disaster)' di Andy Warhol

 

 

 

 

Gerhard Richter   Mark Rothko   Georges Braque   Andy Wharol   Artinvest2000. Salvador Dalì: "Gli orologi molli: la persistenza della memoria" 1931.